<h2>Supply Chain Management Demand Planning MES Manufactoring Execution System Pianificazione Schedulazione della Produzione</h2> <p>Atomos offre soluzioni per la gestione integrata della Supply Chain, dai processi di pianificazione strategica ai piu operativi in ambito MES. Demand Planning, Schedulazione della Produzione, MES</p> <p>Demand Planning - Schedulazione della Produzione - MES ( Manifacturing Execution System)</p> <p>TAG: Software pianificazione e programmazione della produzione <br /> Pianificazione della Produzione<br /> Software <br /> Advanced Planning and scheduling <br /> Supply Chain Management <br /> Supply chain <br /> Logistica e Supply Chain <br /> Supply Chain Lavoro <br /> Supply Chain Definizione <br /> Monitoraggio Macchine <br /> Software monitoraggio macchine <br /> Demand Planning <br /> Demand Planning processi metodologie <br /> Demand Planning manager <br /> Software demand Planning <br /> Demand Planning definizione <br /> MES <br /> Manufacturing execution System <br /> Manufacturing Execution System MES <br /> Schedulazione della produzione <br /> Software schedulazione della Produzione <br /> Pianificazione della produzione <br /> Software Pianificazione della Produzione <br /> Schedulazione e Pianificazione della produzione <br /> Programmazione della produzione <br /> </p>
28
Giu 11

ICR

L’azienda
L’attività inizia nel 1945 come industria farmaceutica con il nome di MARVIN, dal suo fondatore Martone Vincenzo. Nel 1960 alla produzione farmaceutica viene affiancata la divisione cosmetica, con la creazione di una delle prime linee di trattamento "ipoallergeniche". Nel 1970 il settore della bellezza diventa la vera anima dell’azienda: l’attività farmaceutica viene ceduta per dare ancora maggior sviluppo alla divisione cosmetica.  
Il 1975 segna la grande svolta: nasce ICR, Industrie Cosmetiche Riunite, che acquisisce l’attività MARVIN ed entra nel settore profumi. Da questo momento in poi la crescita dell’azienda diventa sempre più dinamica.
Portare le griffe della moda italiana nel settore dei profumi è stata la grande intuizione.
Nel 1978 viene firmato il primo contratto di licenza per i profumi Renato Balestra e nel 1981 quello per la produzione e la distribuzione mondiale dei profumi Trussardi. Le fragranze Trussardi realizzate da ICR rappresentano un perfetto mix innovativo ed hanno un grande successo internazionale. Nel 1988 altri grandi marchi si aggiungono: Romeo Gigli firma un accordo di distribuzione con ICR per Italia, Germania e Austria; Gianni Versace firma un accordo di joint-venture con ICR per lo sviluppo, la produzione, il marketing e la distribuzione, a livello internazionale, per i profumi Versace. Nel 1996 ICR sigla l’accordo di licenza mondiale con il giovane stilista romano Gai Mattiolo e conferma la sua missione di diffondere il made in Italy del profumo nel mercato selettivo e prestigioso di tutto il mondo.
Nell’87 ICR trasferisce uffici, stabilimento di produzione e magazzini in una grande area di Lodi. di 38.495 mq, di cui 14.875 coperti. In questa modernissima struttura ICR dispone di impianti, di apparecchiature di processo e di macchinari all’avanguardia e di linee di confezionamento ad alto livello di automazione ed elevata flessibilità per tutti i tipi di contenitori e per i vari formati. Qui vengono realizzati e confezionati prodotti di profumeria alcolica fine, prodotti profumati per il corpo e per l’igiene del corpo, prodotti cosmetici per il trattamento del viso e del corpo. Avanzati laboratori per la ricerca e lo sviluppo consentono a ICR di seguire tutte le fasi di realizzazione di ogni prodotto: studio formulativo, packaging, fattibilità e industrializzazione del progetto, stabilità e compatibilità tra i vari componenti e, in collaborazione con istituti universitari, anche test tossicologici di tollerabilità cutanea e test di efficacia.
ICR dispone di moderni e vasti magazzini strutturati per l’allestimento degli ordini e la distribuzione fisica dei prodotti in tutto il mondo, sia direttamente ai punti vendita che ad agenti e distributori.

Il progetto
Durante questo sviluppo ICR ha individuato alcune esigenze specifiche dal punto di vista tecnologico/informatico, al fine di poter gestire la propria filiera logistica e produttiva per far fronte alla crescente complessità dell’ambiente competitivo. La soluzione tecnologica individuata si è rivolta nello specifico su un prodotto della suite Atomos: Expert Plan.
Expert Plan (EP) è il sistema di pianificazione delle risorse produttive, finalizzato alla validazione della domanda. Nella soluzione Icr, EP si basa su un motore di simulazione che permette l'esplorazione bidirezionale della disponibilità delle risorse (verticale: ricerca risorse alternative; orizzontale: anticipi e ritardi su risorsa corrente).
EP consente il posizionamento automatico dei fabbisogni a capacità finita sulla base delle disponibilità delle risorse fisiche e logiche, dei cicli e distinte di pianificazione, delle regole di allocazione, permettendo di simulare l'impegno produttivo richiesto. La verifica della disponibilità delle risorse viene eseguita bilanciando le risorse del fabbisogno; le eventuali infattibilità capacitive vengono eliminate anticipando o posticipando il fabbisogno, o utilizzando risorse alternative.
EP insegue il goal attraverso simulazioni gerarchiche selettive sui fabbisogni che hanno generato una infattibilità capacitiva.
L’obiettivo principale della soluzione implementata in ICR si riassume nella possibilità di visionare a medio / lungo termine l’impatto della domanda prevista sulla capacità produttiva.
L’ordinamento dei fabbisogni è una procedura che, eseguita congiuntamente alla pianificazione a capacità finita effettiva, ha permesso di ottenere la sequenza di allocazione dei fabbisogni secondo parametri di scelta definiti dall'utente.
Questa procedura è stata in grado di gestire un numero elevato di parametri, che hanno a loro volta consentito di programmare le priorità di lancio dei fabbisogni (raggruppati in classi di priorità) sulle risorse pianificate.

Benefici
Con il nuovo sistema ICR è oggi in grado di generare uno scenario completo di pianificazione a dodici mesi in circa 1 ora.
I maggiori benefici si sono verificati nel controllo e gestione del livello di servizio al cliente, il rispetto delle date di consegna, la possibilità di calcolare lo sfruttamento della capacità produttiva a livello di singolo impianto (tempi di lavorazione, fabbisogno ore), elaborazione di un piano di produzione con verifica di fattibilità, controllo e riduzione delle scorte.
E' validata a capacità finita anche la disponibilità dei tank necessari alla produzione dei bulk di semilavorato liquido. Attraverso regole euristiche vengono ottimizzate le disponibilità dei contenitori allocando i lotti da produrre in funzione delle capacità.  Sono gestite più di 100 cisterne con capacità che vanno da poche centinaia fino a 10.000 litri.
La collaborazione e la competenza di Atomos ed ICR hanno permesso di affrontare e risolvere con personalizzazioni e soluzioni condivise le principali criticità associate alle attività di Programmazione e Pianificazione.


Conclusioni
ICR ha in mente altre implementazioni nel corso del 2011/2012, in meno di 4 anni il numero dei pezzi da produrre giornalmente è passato da 150.000  a  400.000, incrementando di circa il 30% sia il numero di ordini che di referenze prodotto finito e semilavorati da gestire.
L’Azienda sta valutando di implementare anche altri prodotti della suite Atomos: in primis Nicim Monitor con lo sviluppo di sinottici real-time e indicatori di performance statistici degli eventi di fabbrica.
Altri sviluppi potrebbero riguardare un nuovo modello di schedulazione ed ottimizzazione (Nicim Schedule) e di gestione delle scorte di magazzino (Inventory Control).