<h2>Supply Chain Management Demand Planning MES Manufactoring Execution System Pianificazione Schedulazione della Produzione</h2> <p>Atomos offre soluzioni per la gestione integrata della Supply Chain, dai processi di pianificazione strategica ai piu operativi in ambito MES. Demand Planning, Schedulazione della Produzione, MES</p> <p>Demand Planning - Schedulazione della Produzione - MES ( Manifacturing Execution System)</p> <p>TAG: Software pianificazione e programmazione della produzione <br /> Pianificazione della Produzione<br /> Software <br /> Advanced Planning and scheduling <br /> Supply Chain Management <br /> Supply chain <br /> Logistica e Supply Chain <br /> Supply Chain Lavoro <br /> Supply Chain Definizione <br /> Monitoraggio Macchine <br /> Software monitoraggio macchine <br /> Demand Planning <br /> Demand Planning processi metodologie <br /> Demand Planning manager <br /> Software demand Planning <br /> Demand Planning definizione <br /> MES <br /> Manufacturing execution System <br /> Manufacturing Execution System MES <br /> Schedulazione della produzione <br /> Software schedulazione della Produzione <br /> Pianificazione della produzione <br /> Software Pianificazione della Produzione <br /> Schedulazione e Pianificazione della produzione <br /> Programmazione della produzione <br /> </p>
23
Gen 14

Pomini

Introduzione
Il Gruppo Techint  è formato da società attive in tutto il mondo, leader mondiali nei loro settori, con profonde radici nei paesi in cui operano. Queste realtà hanno i propri obiettivi e strategie, ma condividono un'originaria filosofia di presenza a lungo termine, impegno per lo sviluppo locale, per la qualità e la tecnologia.
Le 6 principali società che operano in tutto il mondo sono Tenaris, Ternium, Techint Engineering & Construction, Tenova, Tecpetrol e Humanitas.

La storia
Techint nasce nel 1945 a Milano. Il cuore degli interessi di Techint fu tuttavia fin dall'inizio in America Latina: nel 1946-47 vengono aperte filiali in Argentina e Brasile, dove l'azienda realizza i suoi primi grandi progetti infrastrutturali e, in seguito, la maggior parte della rete di gasdotti.
A partire dagli anni cinquanta, Techint si dedica anche ad altre infrastrutture industriali e civili, con particolare specializzazione nella realizzazione di raffinerie, impianti petrolchimici ed acciaierie.
Techint entra  nell'industria siderurgica nel 1954 con la costruzione di un impianto di produzione di tubi in acciaio senza saldatura a Campana (Argentina) e a Veracruz (Messico): entrambi gli impianti oggi fanno parte di Tenaris.
Fino agli anni ottanta l'attività principale di Techint sono le grandi costruzioni ma attraverso una serie di acquisizioni il business siderurgico diventa quello più rilevante. Nella produzione di tubi in acciaio, dove Techint possedeva già l'argentina Siderca, nel 1993 viene acquistato il controllo della messicana Tamsa, nel 1996 dell'italiana Dalmine, nel 1999 la brasiliana Confab.
Contestualmente vengono stipulati accordi di joint-venture in Canada e in Giappone. Le attività di Techint nel settore dei tubi in acciaio per l'industria petrolifera e meccanica vengono raggruppate nel 2001 sotto una holding costituita in Lussemburgo: Tenaris, che continua a perseguire una politica di ulteriori acquisizioni, tra cui quella dell'americana Maverick Tube Corporation nell'ottobre del 2006.
Nel settore dei laminati piani e lunghi, Techint ha una presenza rilevante solo dal 1992, quando acquista Somisa, il maggior produttore siderurgico argentino, e l'unico nel paese a produrre acciaio da altoforno. Nel 1998 acquisisce il controllo di Sidor, la più grossa acciaieria del Venezuela e dell'intera regione caraibica.
Nel 2005 dopo aver acquisito Hylsamex, viene costituita e quotata in borsa la società Ternium, che raggruppa le attività siderurgiche dei prodotti piani e lunghi del gruppo in America Latina.
Negli anni novanta Techint entra direttamente nell'esplorazione e produzione di petrolio, acquisendo i diritti di sfruttamento in diverse aree dell'America Latina. In Italia ha partecipato alle privatizzazioni degli anni novanta, con l'acquisizione, oltre che della Dalmine, dell'azienda impiantistica CimiMontubi (dalla Fintecna), di alcune attività di Italimpianti nella produzione di macchine utensili per la siderurgia e della SIV, azienda attiva nella produzione di vetro già dell'EFIM, ceduta successivamente a Pilkington nel 1995.
Al 1996 risale la costruzione dell'Istituto Clinico Humanitas di Rozzano, una delle maggiori cliniche private del Nord Italia. Da questa realizzazione si è sviluppato un nuovo business nel settore dell'Healthcare, cresciuto poi negli anni con l'acquisizione di altre importanti case di cura in Italia.

Tenova Pomini
Tenova S.p.A. è un brand ideato nel 2007 per raggruppare tutte le attività impiantistiche/siderurgiche che facevano capo alla Techint Italia
I prodotti comprendono attrezzature innovative, forni industriali e tecnologie di laminazione e finitura.
La Missione di Tenova è quella di provvedere all’industria metallurgica e mineraria con le più avanzate tecnologie, tramite un network di 31 società che lavorano sinergicamente tra di loro per garantire al cliente un aumento di valore efficiente, affidabile ed economico nei suoi processi di produzione e nella qualità dei suoi prodotti.
All’interno di questo strategico sistema innovativo di prodotti e servizi offerti dal gruppo Tenova, Pomini occupa un ruolo di massimo livello con la sua fabbrica focalizzata su prodotti leader e unici al mondo:
Rettificatrici di cilindri ad alta precisione per laminatoi di prodotti in acciaio e altri metalli non ferrosi, come rame e alluminio per cartiere.
Officine di rettifica cilindri completamente automatiche: progettazione, installazione e messa in opera di soluzioni integrate.
Automazione: pacchetti software propri e sistemi di ispezione rulli al vertice della tecnologia.
Lo stabilimento produttivo di Pomini è situato a Castellanza (VA) e occupa una superficie di 125.000 mq, di cui 30.000 coperti dedicati all’officina, e impiega circa 250 dipendenti, con un fatturato annuo di circa 100 milioni di euro.
Tramite il brand Pomini, Tenova è leader mondiale nella progettazione e produzione di rettificatrici per cilindri di impianti di laminzione.
Il sito produttivo comprende i seguenti reparti:

  •  Lavorazioni meccaniche
  •  Area montaggio, dai sotto-assiemi al montaggio e collaudo dell’impianto completo
  •  Magazzino
  •  Spedizione e Verniciatura
  •  Uffici Tempi & Metodi e Pianificazione (presso l’Officina)


A riprova della qualità del prodotto e del processo produttivo ci sono le tre certificazioni di qualità ottenute dall’azienda:
- ISO 9001 (qualità)
- ISO 14001 (ambiente)
- ISO 18001 (salute/sicurezza)

Tutti i componenti prodotti in questo stabilimento sono controllati mediante prove effettuate con strumenti sofisticati, al fine di rispettare le specifiche e soddisfare gli standard di qualità sempre più elevati richiesti dai clienti.

Il progetto
La crescita dell’azienda e dell’attività hanno spinto Pomini ad operare una scelta che migliorasse i processi per recuperare efficienza durante tutta la fase produttiva: spingersi verso la logica del “Miglioramento Continuo” secondo le filosofia Kaizen ha permesso un notevole potenziamento delle performance aziendali.
Un investimento importante avvenuto più di 10 anni fa ha riguardato la parte “esecutiva” dei processi di Supply Chain mediante l’acquisizione di due prodotti della suite Atomos: il pacchetto Nicim con i moduli “Nicim Schedule” e “Nicim Monitor”.

Nicim Schedule
Pomini attraverso Nicim Schedule organizza il lavoro pianificando a capacità finita: secondo i vincoli assegnati, quali ad esempio la data di consegna, la capacità produttiva disponibile o le priorità di esecuzione assegnate,  tutte le fasi di lavoro vengono allocate sui diversi centri di lavoro. In questo modo una determinata fase di lavoro potrà essere riallocata o ritardata nel tempo se la macchina che deve eseguirla non è disponibile.
Nicim Schedule permette dunque di determinare con precisione le date di consegna degli ordini di produzione in corso consentendo contestualmente di ottimizzare e livellare i carichi dei centri di lavoro.

Nicim Monitor
Il modulo Nicim Monitor invece gestisce l’avanzamento della produzione e la raccolta dati in officina.
Ogni persona è coinvolta nel processo produttivo: dal capo reparto ai programmatori, dai gruisti ai macchinisti. Il piano di lavoro è condiviso su totem industriali posizionati in apposite aree all’interno dell’officina.
Ogni operatore dichiara quotidianamente le ore impiegate per ogni operazione del ciclo di lavoro in modo da permettere, in tempo reale, di valutare avanzamento, efficienza e costi di produzione. L’operazione avviene in maniera intuitiva utilizzando un apposito sistema di bar code a bordo dei vari panel pc.
Il controllo della produzione in Pomini si sviluppa su vari aspetti:

  • controllo avanzamento di progetto;
  • valutazione delle performance produttive;
  • valutazione dell’efficienza del centro di lavoro rispetto al tempo preventivato;
  • calcolo del risparmio rispetto ad un target definito su base storica dei tempi di produzione;
  • controllo dei risultati rispetto agli obiettivi previsti;
  • efficacia complessiva delle attrezzature (OEE).


La collaborazione tra Pomini ed Atomos riguarda anche l’integrazione effettuata tra Atomos e SAP (che in Pomini genera gli ordini pianificati per tutti i codici presenti in distinta base).
Attraverso l’utilizzo del software Oracle Data Integration (ODI), installato in modalità “embedded” all’interno della Suite Atomos, si è ottenuta una integrazione dei dati con SAP in tempo reale attraverso la tecnologia Web Services.
Differenti flussi dati inseriti in molteplici workflow di integrazione permettono lo spostamento, la trasformazione, la sincronizzazione, la qualità, la gestione e i servizi relativi ai dati e garantiscono che tutte le informazioni siano sempre puntuali, accurate e coerenti all’interno dei due sistemi eterogenei SAP e Atomos.

Sviluppi futuri
Nell’ottica di spingersi verso un costante e continuo miglioramento, è in corso lo studio di possibili sviluppi per gli strumenti sopra presentati. I temi coinvolti in questo processo sono:

  • Avanzamento commessa e gestione costi di montaggio
  • Schedulazione applicata al montaggio
  • Dimensionamento aree di montaggio (risorse vs carico) che lavorano secondo la logica del Takt Time
  • Utilizzo del modulo integrato di gestione presenze